Materassi
Recensioni materassi e opinioni degli utenti!
Tanti modelli di materassi in memory foam,
materassi in lattice e materassi a molle insacchettate ed indipendenti;
inoltre trovi reti a doghe e tantissimi accessori!

Memory foam

Materassi in memory foam

Un sistema di materassi in grado di farci apprezzare di più il riposo

Giorno dopo giorno, diventa sempre più facile lasciarsi contagiare dai nuovi trend in fatto di elementi di casa in grado di semplificarci la vita e, quando possibile, di renderla più comoda.

Non sfuggono a quest’ultima categoria i materassi memory foam, una tipologia di complementi al nostro riposo con grandi potenzialità. Essi costituiscono un elemento importante per il rilascio di stress durante il riposo notturno e l’acquisizione di un benessere difficile da raggiungere con i materassi tradizionali, per una serie di motivazioni che ora esamineremo.

Memory foam: I nuovi ritrovati dell’industria del materasso

I materassi memory foam devono la loro esistenza, curioso a dirsi, dalle ricerche NASA: essi sono infatti costituiti da un particolare polimero in grado di assumere delicatamente e morbidamente le forme del nostro corpo, ritagliandoci dunque uno spazio completamente adatto al riposo prolungato, del tutto privo degli spiacevoli risvegli notturni causati dallo scarso comfort dei nostri materassi a molle.

Le migliori marche in tema, tra cui Permaflex, hanno gradualmente immesso nel mercato alcuni modelli, tra cui Permaflex Royal, in grado di combinare la presenza di un corpo ortopedico, la tecnologia memory foam e la presenza di una superficie di buona vastità. La struttura principale di questo materasso è concepita in modo da ospitare due lati, estivo ed invernale, per meglio adeguarci alla nostra percezione della temperatura.

Tra i materassi memory foam non va dimenticato uno dei modelli più rappresentativi della gamma intera, ovvero il tre strati soprannominato “Arcobaleno”, di Baldiflex. I materiali viscoelastici che ne costituiscono la struttura sono infatti riposizionati in modo che formino una maglia traspirante e portante che contribuisce, assieme al cuscino ortocervicale, alla corretta distribuzione del peso corporeo, in modo che eventuali problematiche di postura possano essere alleviate, perlomeno nel loro fastidio quotidiano.

Non è inoltre un’alternativa da sottovalutare il materasso memory foam proposto da Flexilinea, il modello BodyFit. La disposizione di due elementi principali, il poliuretano ed il materiale modellante morbido e aderente al corpo dell’utilizzatore, rende la struttura a tre strati del materasso qualcosa di più che un semplice punto d’appoggio per i nostri sonni più riposanti. Le molecole che lo compongono, infatti, sono studiate a fondo con il preciso intento di mantenere l’adattabilità del materasso persistente nel tempo, rendendolo inoltre un’alternativa del tutto anallergica, sempre traspirante, dolce nelle forme ma di ottima resistenza.

Vantaggi della distribuzione del peso e del calore

I modelli memory foam sono in grado, nel complesso, di rispettare la circolazione sanguigna del corpo dell’utente, evitando di comprimere eccessivamente le articolazioni, causando fastidiosi crampi oppure risvegli indecisi e traumatici. I punti di pressione, spesso, vengono infatti rilevati con apposite sperimentazioni, e modelli 3D con cui si riproduce l’esatto punto di appoggio dell’individuo sul materasso.
In sintesi, potremmo notare come un materasso memory foam reagisca al corpo dell’utilizzatore analizzandone il comportamento “al microscopio”: immaginiamo migliaia di minuscole molle che sostengono il nostro peso, distribuendolo uniformemente per tutta la superficie disponibile. Le zone maggiormente interessate, a questo proposito, fanno parte della fascia reni-gambe e soprattutto collo, per evitare torsioni traumatiche quanto involontarie.

L’accoglienza di questo tipo di materasso è bilanciata da un’ottima capacità di recepire il calore corporeo, che permane con la nostra presenza, e dalla buona costituzione interna, specialmente se le schiume sono preparate con materiali ottimali quali la soia.

In conclusione, possiamo sicuramente optare per un materasso in memory foam se abbiamo voglia di staccare dalla tradizione, pur mantenendoci -e a volte addirittura migliorando- nel sentiero della godibilità del riposo notturno e diurno, e della sua durata.